COMUNICARE – 3° PARAGRAFO – THICH NHAT HANH

comunicare

LE RELAZIONI NON SOPRAVVIVONO SENZA IL GIUSTO NUTRIMENTO

Molti di noi soffrono a causa di una comunicazione difficile. Ci sentiamo incompresi, specialmente dalle persone che amiamo. In una relazione, siamo l’uno il nutrimento dell’altro, perciò dobbiamo scegliere il tipo di cibo da offrire all’altra persona, il tipo di nutrimento che può contribuire a far prosperare le nostre relazioni. Ogni cosa – compresi l’amore, l’odio e la sofferenza – ha bisogno di nutrimento per continuare. Se la sofferenza continua, è perché noi continuiamo a nutrirla. Ogni volta che parliamo senza essere mentalmente presenti, alimentiamo la nostra sofferenza.

Con la consapevolezza possiamo scrutare a fondo la natura della nostra sofferenza e scoprire che tipo di nutrimento le abbiamo finora dispensato per tenerla in vita. Quando troviamo la fonte di nutrimento della nostra sofferenza, possiamo interrompere il flusso, e la nostra sofferenza svanirà.

Spesso una relazione romantica comincia in modo meraviglioso, ma poi, giacchè non sappiamo come nutrire il nostro amore, la relazione comincia a morire. La comunicazione può riportarla in vita: ogni pensiero che formuliamo nella mente e nel cuore – in Cina si dice “nella pancia” – alimenta questa relazione. Quando formuli un pensiero che trasmette sospetto, rabbia, paura, irritazione, quel pensiero non è nutriente né per te e né per l’altra persona.

Se la relazione è diventata difficile è perché abbiamo alimentato il giudizio e la collera, e non abbiamo nutrito la compassione.

Un giorno, a Plum Village, il centro francese di meditazione dove vivo, tenni un insegnamento sul bisogno di nutrire le persone che amiamo praticando la comunicazione amorevole. Parlai delle nostre relazioni come di fiori che vanno innaffiati con l’amore e la comunicazione per crescere. Seduta nelle prime file c’era una donna che aveva continuato a piangere tutto il tempo.

Dopo l’insegnamento, andai dal marito e gli dissi: “Mio caro amico, il tuo fiore ha bisogno di un po’ d’acqua”. Suo marito aveva assistito alla conferenza e sapeva della parola amorevole, ma a volte tutti noi abbiamo bisogno di un amico che ce lo ricordi. Così, dopo pranzo, quell’uomo portò sua moglie a fare un giro in macchina per la campagna. Avevano avuto solo un’ora o poco più, ma per tutto il viaggio lui si era impegnato a innaffiare i semi buoni.

Quando furono di ritorno, lei sembrava completamente trasformata, molto felice e piena di gioia. I loro figli rimasero molto sorpresi, perché quel mattino al momento di uscire, i loro genitori erano molto tristi e irritabili. Così, in un’ora soltanto, puoi trasformare un’altra persona e te stesso, con la semplice pratica di innaffiare i semi buoni. Questa è consapevolezza applicata in azione, non teoria.

La comunicazione che nutre e guarisce è il cibo delle nostre relazioni. A volte una sola frase crudele può far soffrire l’altra persona per molti anni, e anche noi soffriremo per molto tempo. In uno stato di rabbia o paura ci potrà capitare di dire qualcosa che può essere velenoso e distruttivo. Se ingoiamo il veleno, esso potrà rimanere dentro di noi per molto tempo, e ucciderà lentamente la nostra relazione. Forse non sapremo neppure che cosa abbiamo detto o fatto per cominciare ad avvelenare la relazione. Tuttavia abbiamo l’antidoto: la compassione consapevole e la comunicazione amorevole. L’amore, il rispetto e l’amicizia hanno tutti bisogno di nutrimento per sopravvivere. Con la consapevolezza possiamo produrre pensieri, parole e azioni che alimenteranno le nostre relazioni e le aiuteranno a crescere e prosperare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...